Novità Cisco: Packet Tracer Physical Mode

Una interessante novità in esclusiva per i corsisti Cisco Networking Academy

Ormai è ufficiale e i corsisti delle aule Cisco se ne saranno sicuramente accorti navigando il curriculum CCNA: è arrivato il Packet Tracer Physical Mode. Si tratta dell’ultima straordinaria novità esclusiva del programma Cisco Networking Academy a supporto dell’apprendimento basato sulla pratica.

Gli strumenti unici del programma Cisco Academy, tra cui il Packet Tracer – strumento di simulazione didattica per il networking –  lo rendono il programma preferito in tutto il mondo da quanti desiderano specializzarsi, qualificarsi e certificarsi in ambito Networking.

Non hai mai utilizzato Packet Tracer? Scopri le sue funzionalità qui

Ma vediamo più in dettaglio in cosa consiste il Physical Mode di Cisco Packet Tracer. Si tratta della possibilità, inclusa nella nuova versione di Cisco Packet Tracer, di interagire in modo virtuale con la dimensione fisica degli apparati di rete e in particolare rack, cablature, device hardware e loro componentistica.

Cisco Packet Tracer Physical Mode: schermata avvio

Tale versione è inclusa nell’ultima release del curriculum Cisco Academy CCNA ovvero la versione Full Distance Learning.

Ecco cosa dichiara Cisco all’interno delle specifiche sui Requisiti di Laboratorio

“Le nuove attività in modalità fisica Packet Tracer rafforzano competenze fondamentali come:

  • posizionamento dei dispositivo (rack e stack)
  • accensione dei dispositivo
  • implementazione reale a partire da diagramma logicalo e topologia
  • cablaggio del dispositivo da porta a porta (inclusa la scelta del cavo)
  • accesso in cavo console e configurazione
  • lettura richiesta delle spie di collegamento in modalità fisica (stato porta, stato STP)
  • risoluzione dei problemi relativi al cablaggio errato”

Cisco continua asserendo:

I corsi CCNA possono essere erogati in presenza e in remoto ma l’esperienza diretta di accesso fisico agli apparati continua ad essere una best practice essenziale e Cisco Networking Academy non prevede di eliminarla.
Le Academy devono continuare a fornire tale accesso in presenza ogni volta che le circostanze lo permettono.
Per supportare però il distance learning ora viene fornito questo strumento unico che può sostituire le competenze necessarie acquisite solo durante esperienza fisica, di persona. Tale soluzione va a colmare uno skills gap creato dall’assenza di contatto con apparati fisici”

Nessun laboratorio remoto fisico infatti svolto da remoto fornisce tale possibilità esclusiva.

Tale possibilità non va infatti confusa con la semplice interfaccia grafica di accesso facilitato agli apparati solitamente presente nei laboratori remoti, basata su una topologia che rappresenta graficamente gli apparati del laboratorio.
L’interfaccia grafica semplificata di accesso ai laboratori remoti per altro non corrisponde alla realtà dell’esperienza del tecnico che nel lavoro di tutti i giorni non ha mai a che fare con una interfaccia semplificata ma solo con la linea di comando e ferro reale.

La nuova funzione di Packet Tracer invece simula nei dettagli l’interazione con la dimensione fisica della tecnologia, completando l’esperienza di apprendimento.

Cisco Academy è attualmente l’unico programma formativo a fornire una soluzione didattica di questo tipo: la nuova versione CCNA v7.02 è disponibile all’interno dei corsi Cisco in eForHum.

Le presente novità si inserisce all’interno del ciclo di sviluppo continuo che Cisco riserva a Packet Tracer e affianca la ricerca in ambito Gamification, Virtual Reality e Adaptive Learning di Cisco Academy.