Certificazione Cisco CCNA

Certificazione Cisco CCNA: Figura professionale

Il programma di certificazione Cisco CCNA 200-301 offre un percorso di formazione e una certificazione a livello Associate altamente completi, incentrati sulle soluzioni e le tecnologie necessarie per progettare, implementare e amministrare una vasta gamma di moderne reti e infrastrutture IT.

Ottenere la certificazione CCNA è il primo passo per prepararsi a una carriera nell’IT. Per ottenere la certificazione CCNA, si supera infatti un esame che richiede una vasta gamma di conoscenze e competenze richieste per diverse carriere e ruoli lavorativi in ambito Information Technologies, al di là delle sole figure tradizionali di Network Engineer. La conoscenze di networking infatti, sono ormai a tutti gli effetti un asset imprescindibile di molte figure professionali IT.

Aggiornata con le più recenti innovazioni tecnologiche – security, network programmability, automation e wireless – e requisiti per ruoli professionali, la certificazione CCNA 200-301 fornisce pertanto le basi necessarie per sviluppare una carriera IT in qualsiasi direzione.

L’ esame di certificazione Cisco CCNA 200-301 è disponibile dal 24 febbraio 2020.

Valore aziendale delle certificazioni Cisco

La certificazione CCNA è attualmente la certificazione Cisco industriale e la certificazione sulle reti informatiche più diffusa e qualificante a livello professionale. Inoltre la presenza di personale certificato Cisco è per le aziende condizione indispensabile per mantenere lo stato di partner commerciale Cisco.

Argomenti Esame Certificazione CCNA

Le seguenti sono le linee-guida generali dei contenuti che potrebbero essere inclusi nell’esame. Tuttavia, in specifiche sessioni di esame possono essere compresi altri argomenti correlati. Allo scopo di riflettere con più precisione i contenuti dell’esame, e per maggior chiarezza, queste linee-guida possono subire in ogni momento variazioni, senza preavviso.

richiedi informazioni

A fianco di ogni macro argomento è presente indicazione del peso in certificazione

1 – I fondamenti delle reti (20%)

1.1 Spiegare ruolo e funzione dei componenti della rete
1.2 Descrivere le caratteristiche delle diverse architetture di rete
1.3 Confrontare i diversi tipi di interfaccia fisica e di cablaggio
1.4 Identificare i problemi a livello di interfaccia e di cavi (collisioni, errori, disadattamento duplex e / o velocità)
1.5 Confronto tra TCP e UDP
1.6 Configurare e verificare indirizzamento e subnet IPv4
1.7 Descrivere la necessità dell’indirizzamento IPv4 privato
1.8 Configurare e verificare l’indirizzamento e il prefisso IPv6
1.9 Confrontare i diversi tipi di indirizzo IPv6
1.10 Verificare i parametri IP per il sistema operativo lato client (Windows, Mac OS, Linux)
1.11 Descrivere i principi della tecnologia wireless
1.12 Spiegare i fondamenti della virtualizzazione (macchine virtuali)
1.13 Descrivere i fondamenti dello switching

2 – Accesso alla rete (20%)

2.1 Configurazione e verifica delle VLAN (range normale) che si estendono su switch multipli
2.2 Configurare e verificare la connettività interswitch
2.3 Configurare e verificare i protocolli di rilevamento di livello 2 (Cisco Discovery Protocol e LLDP)
2.4 Configurare e verificare (Layer 2 / Layer 3) EtherChannel (LACP)
2.5 Descrivere la necessità e le operazioni di base di Rapid PVST + Spanning Tree Protocol e identificare le operazioni di base
2.6 Confrontare le architetture wireless di Cisco e le modalità di funzionamento degli Access Point
2.7 Descrivere le connessioni dell’infrastruttura fisica dei componenti di una WLAN (AP, WLC, porte di accesso / trunk e LAG)
2.8 Descrivere le connessioni di accesso alla gestione di AP e WLC (Telnet, SSH, HTTP, HTTPS, console e TACACS + / RADIUS)
2.9 Configurare le componenti per l’accesso a una LAN wireless da parte di client che usano solo la GUI, come la creazione della WLAN, le impostazioni di sicurezza, i profili della QoS e le impostazioni avanzate della WLAN

3 – Connettività IP (25%)

3.1 Interpretazione i componenti di una tabella di routing
3.2 Determinare come un router prende una decisione di inoltro di default
3.3 Configurare e verificare il routing statico IPv4 e IPv6
3.4 Configurare e verificare il protocollo OSPFv2 a area singola
3.5 Descrivere lo scopo del protocollo FHRP

4 – Servizi IP (10%)

4.1Configurazione e verifica del “NAT inside source” in modo statico, o usando i pool
4.2 Configurare e verificare il protocollo NTP funzionante in modalità client e server
4.3 Spiegare il ruolo di DHCP e DNS all’interno della rete
4.4 Spiegare la funzione del protocollo SNMP nelle operazioni di rete
4.5 Descrivere l’uso delle funzionalità di syslog, inclusi servizi e livelli
4.6 Configurazione e verifica dei Client DHCP e del DHCP Relay
4.7 Spiegare l’inoltro dei Pacchetti con PHB-Per Hop Behaviour per la QoS, come la classificazione, la marcatura, l’accodamento, la gestione della congestione, il policing e lo shaping
4.8 Configurare i dispositivi di rete per l’accesso remoto tramite SSH
4.9 Descrivere capacità e funzioni di TFTP / FTP in una rete

5 – Fondamenti di sicurezza (15%)

5.1 Definire concetti chiave della sicurezza (minacce, vulnerabilità, exploit e tecniche di mitigazione)
5.2 Descrivere i criteri di base del programma di sicurezza (consapevolezza dell’utente, formazione e controllo dell’accesso fisico)
5.3 Configurare il controllo di accesso al dispositivo usando password locali
5.4 Descrivere i criteri di base delle politiche relative alle sicurezza delle password, quali gestione, complessità e alternative all’uso delle password (autenticazione a più fattori, certificati e dati biometrici)
5.5 Descrivere VPN remote access e site-to-site
5.6 Configurare e verificare ACL
5.7 Configurare le funzioni di sicurezza del livello 2 (snooping DHCP, dynamic ARP inspection, port security)
5.8 Distinguere i concetti di autenticazione, autorizzazione e accounting
5.9 Descrivere i protocolli di sicurezza wireless (WPA, WPA2 e WPA3)
5.10 Configurare la WLAN tramite WPA2 PSK utilizzando la GUI

6 – Automazione e programmabilità (10%)

6.1 Spiegare l’impatto dell’automazione sulla gestione della rete
6.2 Confrontare tra reti tradizionali e reti basate su controller
6.3 Descrivere architetture basate su controller e software defined (overlay, underlay e fabric)
6.4 Confrontare la gestione tradizionale dei dispositivi campus con la gestione dei dispositivi abilitata da Cisco DNA Center
6.5 Descrivere le caratteristiche delle API basate su REST (CRUD, verbi HTTP e codifica dei dati)
6.6 Riconoscere le possibilità offerte da strumenti di gestione della configurazione come Puppet, Chef e Ansible
6.7 Interpretare dati codificati JSON

Durata e rinnovo della certificazione

La certificazione Cisco CCNA ha una validità di tre anni.

L’esame ha una durata di 140 minuti (170 per chi non è di madre-lingua inglese) con 100. Per rinnovare la certificazione è necessario superare uno dei seguenti esami di certificazione Cisco prima della data di scadenza della certificazione CCNA:

  • superare l’esame di certificazione CCNA oppure
  • superare l’esame di certificazione CyberOps Associate
  • superare un qualsiasi esame di livello Professional

Maggiori informazioni sulle policy di ricertificazione Cisco

Contatti



    I corsi e le certificazioni informatiche più richiesti

    Cisco CCNA

    Vai ai corsi

    Microsoft Azure

    Vai ai corsi

    VMware VCP-DCV

    Vai ai corsi

    Cisco CyberOps

    Vai ai corsi

    Check Point CCSA

    Vai ai corsi

    Palo Alto PCNSA

    Vai ai corsi

    Ethical Hacker CEH

    Vai ai corsi

    Cisco CCNP

    Vai ai corsi