“classful” o “classless routing behavior”?

Tags: routing

 

Corso e certificazione: Cisco CCNA

Come illustrato nel corso di certificazione Cisco CCNA – Capitoli 2-8.3.1.1-8.3.5.3 – Il comportamento (routing behavior – grafia americana: gli inglesi scrivono behaviour) classful o classless del Router è la conseguenza della presenza o meno in configurazione del comando: ip classless (attivo per default da IOS 11.3). Con il comando, il Router si comporta chiaramente in modo “classless”; con la sua forma negata: no ip classless, si comporta invece in modo “classful”.

Si noti, preliminarmente, che il classful o classless behavior non è da confondere con i classful e classless routing protocols già studiati: il Router può usare protocolli classless come RIPv2, OSPF o EIGRP per “popolare” la Tabella di Routing, ed avere un comportamento classful nell’usarla. O, al contrario, attivare un protocollo classful come RIPv1, integrato da qualche bella rotta statica, ed avere poi un comportamento classless.

Spieghiamo finalmente la differenza:

  • con: no ip classless (= classful routing behavior), se una rotta Padre fa “match”, ma non lo fa poi nessuna delle rotte Figlio, si scarta il Pacchetto: cioè non viene cercata alcuna supernet, né viene usata, se definita, la rotta di default. Il concetto è: se io conosco una certa rete Major a cui il Pacchetto è destinato (= “match” con la rotta Padre), ma non la sua subnet specifica di destinazione (= nessun “match” con le rotte Figlio), tale subnet non esiste, e quindi il Pacchetto può essere eliminato. Questo comportamento era adeguato quando venivano allocate alle aziende intere reti Major, e i Router dell’azienda potevano sapere tutte le subnet tratte da tale rete che erano state effettivamente messe in campo.
  • con: ip classless (= classless routing behavior), nelle stesse condizioni di prima (“match” col Padre, ma non coi Figli), il Router non scarta il Pacchetto, ma va a cercare ed usare un “match” tra le rotte ultimative di Livello 1, con Subnet Mask minore di quella di Classe. Non si va a cercare tra le rotte di rete Major, con Subnet Mask uguale a quella di Classe, perché, se presenti, sarebbero già state trovate al primo controllo del “flow-chart”, e preferite a quelle più brevi, avendo appunto un “longest match”. Questo “ripescaggio” controlla prima tra le supernet, e poi, se c’è, usa la “default route” 0.0.0.0/0, che a questo punto funziona sempre (devono corrispondere… 0 bit!). Nelle reti odierne, in cui non si allocano più intere reti Major, è raccomandato usare Router con “classless behavior”.