ITIS Marconi Dalmine – Cisco e VMware bootcamp

 cisco banner

Alternanza didattica Cisco e VMware

E’ in corso per il terzo anno consecutivo presso l’istituto Marconi di Dalmine, Cisco Academy partner di eForHum, lo svolgimento di un progetto formativo rivolto agli studenti del triennio inseriti all’interno di un progetto di alternanza didattica

Novità di quest’anno è l’introduzione a titolo sperimentale di un intevento formativo in ambito data center virtualization.

Quest’anno il progetto ha visto pertanto le seguenti attività formative:

  • 2 bootcamp in ambito Networking Cisco: Home & Small Business Networks rivolti alle classi IV
  • 1 bootcamp in ambito Virtualizzazione VMware: Data Center Virtualization rivolto agli studenti più meritevoli delle classi V

Bootcamp VMWare Datacenter VirtualizationDCV VMware 2VMware DCV

Il bootcamp ha permesso ai migliori studenti delle classi V dell’istituto Marconi di Dalmine di potersi confrontare con l’innovazione e la tecnologia VMware.

Obiettivo del bootcamp era lo svolgimento in ambito didattico di attività tipicamente svolte da sistemisti esperti in contesti di produzione, facendo avvicinare gli studenti al ruolo che potenzialmente potrebbero svolgere in futuro.

La scelta delle attività è stata calibrata sul tipo di mansioni previste per profili junior dalle aziende partner del territorio già coinvolte nella filiera del Progetto Junior Cisco Academy.

I diplomandi hanno quindi potuto di poter far pratica reale su un’infrastruttura di laboratorio remotizzato, lavorando a coppie, sperimentando il processo di virtualizzazione di un data center, partendo dalla semplice creazione di una macchina virtuale, fino all’uso dei software di gestione dell’intera infrastruttura.

La didattica ha visto le seguenti macrofasi che includevano non solo un obiettivo tecnico ma una comprensione più ampia del processo di virtualizzazione di un data center, dei suoi requisiti e vantaggi:

  • definizione delle figure professionali coinvolte nel processo di virtualizzazione
  • struttura e funzioni del data center fisico: dimensionamento e infrastruttura
  • processo di virtualizzazione del data center e suoi vantaggi minor consumo di energia, diminuzione degli investimenti negli impianti di raffreddamento, minor numero di server necessari, riduzione dei tempi di recupero in caso di disastro e aumento della flessibilità nella gestione delle risorse.

Da un punto di vista tecnico, i partecipanti hanno avuto la possibilità di:

  • creare da zero una macchina virtuale, clonarla e creare template
  • uso di VMotion: per la migrazione della macchine da un host ad un altro
  • usi di HA – High Availability – per il riavvio di un host/macchina virtuale/applicazione in caso di errore o guasto
  • uso di FA – Fault Tolerance: per la clonazione in tempo reale di una macchina virtuale in modo che non ci sia interruzione di servizio in caso di guasto
  • uso di DRS – Distributed Resource Scheduler: per  la migrazione dinamica di macchine virtuali in modo da bilanciare le loro richieste hardware (CPU e RAM) a quanto reso disponibile dall’infrastruttura

La struttura del laboratorio comprendeva, per ogni coppia di partecipanti, 2 Host ESXi, uno storage condiviso, vCenter per la gestione degli host e le funzionalità di VMware, macchina Windows, tramite la quale si accedeva in remote desktop all’infrastruttura.

vmware banner 4