Certificazione CCNP Enterprise: cosa cambia

La semplificazione del sistema di certificazione Cisco Professional

Il mondo delle certificazioni Cisco è storicamente complesso, con centinaia di corsi e moltissime combinazioni dei relativi esami e un grande numero di certificazioni lunghe e complicate da ottenere e a volte in sovrapposizione l’una con l’altra. Insomma, un quadro che spesso è apparso di difficile comprensione per le persone desiderose di scalare la piramide delle certificazioni Cisco.

Dal 24 febbraio 2020, data che ha segnato il nuovo ciclo delle certificazioni Cisco, il programma formativo appare semplificato. Sono stati eliminati tutti quei corsi che trattavano tecnologie obsolete o che risultavano ridondanti tra loro. Conseguentemente, è stato ridotto il numero di certificazioni esistenti, così come il numero di esami necessari a ottenerle, in un’ottica di semplificazione e maggiore spendibilità nel mercato del lavoro.

Tre i maggiori cambiamenti identificati dal team Cisco Networking Academy di eForHum emersi studiando la nuova certificazione CCNP:

  • La certificazione CCNA non è più un requisito formale per accedere al livello CCNP, anche se rimane consigliato per la buona riuscita del percorso di certificazione. Cisco indica che si tratta di una certificazione per tecnici che abbiano da 3 a 5 anni di esperienza (mentre il vecchio CCNP era previsto per chi aveva almeno 1 anno di esperienza). Come sempre eForHum fornisce, per chi si avvicina ai percorsi di certificazione Cisco, un orientamento all’ingresso tramite un colloquio preliminare, particolarmente importante in momenti di transizione come questo.
  • Ogni esame di livello CCNP permette già di ottenere una Certificazione Specialist, vale a dire la qualifica di Specialista; ciò è possibile perché ogni singolo corso affronta una tematica specifica e chi ne supera il relativo esame viene considerato uno Specialista di quel particolare ambito tecnologico.
  • Ottenere una certificazione CCNP permette alle persone di accedere direttamente al CCIE Lab Exam, senza passare dal dover affrontare l’esame scritto.

 

CCNP Enterprise, la nuova certificazione Cisco Professional

Cosa cambia dalla CCNP Routing & Switchin alla CCNP EnterpriseLa certificazione precedentemente nota come CCNP Routing & Switching è stata denominata CCNP Enterprise. Essa è rivolta a tutte le persone che lavorano nell’ambito del networking aziendale con almeno tre anni di esperienza e che devono affrontare vecchie e nuove sfide relative alle reti: dal classico routing & switching fino alla virtualizzazione, all’IoT, alla programmazione di rete, senza dimenticare aspetti fondamentali quali wireless e security.

La nuova certificazione CCNP garantisce allo studente una copertura a 360 gradi di tutti i problemi che gli si possono presentare durante la progettazione, l’implementazione e il troubleshooting di una rete di medio-grandi dimensioni. Inoltre, permette agli studenti di ottenere le varie certificazioni sostenendo meno esami, per poi magari specializzarsi con particolari corsi mirati a singole tecnologie.

Per ottenere la certificazione Cisco CCNP Enterprise ogni studente deve affrontare due esami.

Il primo, comune a tutti e identificato da Cisco come “core exam”, è il CCNP ENCOR (350-401) Implementing and Operating Cisco Enterprise Network Core Technologies, il cui corso affronta a livello base e fondamentale tutte le tematiche sopracitate. Seguire il corso ENCOR significa invece andare più in profondità nelle varie tematiche, consolidando le conoscenze imparate nel corso CCNA e aumentando il proprio bagaglio di esperienza, soprattutto nella parte di laboratorio.

Il naturale proseguimento tecnologico all’esame ENCOR è l’esame CCNP ENARSI (300-410) Enterprise Advanced Routing and Services. Definito da Cisco “concentration exam è pensato per quei tecnici, amministratori e progettisti che vogliono approfondire le conoscenze di puro networking, soprattutto sulla parte di routing (è simile al precedente corso ROUTE). Questo percorso è ancora quello più richiesto dalle aziende, quindi seguire il corso e sostenerne l’esame significa mettersi in una posizione molto vantaggiosa nel mercato del lavoro.

Maggiori informazioni sulla CCNP Enterprise

1 esame = 1 certificazione

Nell’ottica di semplificazione della Certificazione CCNP, il principale cambiamento è introdotto dall’equazione 1 esame = 1 certificazione. Cerchiamo di spiegare il concetto utilizzando un esempio pratico, che risponde alle domande dei nostri corsisti che si apprestano a conseguire la certificazione CCNP Enterprise.

CCNP Enterprise: 4 cambiamenti chiave

Ogni corsista, una volta conseguito l’esame ENCOR risulta certificato Cisco Certified Specialist Enterprise Core ed ha superato il primo dei due esami per acquisire la certificazione Cisco CCNP Enterprise.

Una volta sostenuto il secondo esame di livello CCNP, ad esempio l’esame ENARSI, lo studente acquisirà una seconda specializzazione, ovvero la certificazione Cisco Certified Specialist – Enterprise Advanced Infrastructure Implementation e, finalmente, la certificazione Cisco CCNP Enterprise.

Le certificazioni Specialist sono una delle novità introdotte dal nuovo programma di certificazione Cisco, che riconosce a chi supera ogni esame di livello CCNP una qualifica di specialista nell’ambito tecnologico trattato. Sostenere l’esame core e un concentration exam permette invece di conseguire la certificazione CCNP Enterprise, che unisce alla verticalizzazione delle competenze di ogni specialista un vantaggio significativo nel mercato del lavoro IT.

Per saperne di più